Posts contrassegnato dai tag ‘no pellicce’

BREAK THE CAGES adi 24 Gennaio 2015Aderiamo alla Campagna nazionale di Essere Animali perchè tutti gli allevamenti di visoni devono chiudere. TUTTI gli allevamenti devono chiudere. Allevare per sfruttare e uccidere è una attività criminale da mettere al bando. Nel 2015 per alimentarci, per vestirci, per intrattenerci, per vivere bene e in salute una vita appagante e confortevole NON occorre uccidere, torturare, umiliare o privare della libertà alcun essere vivente senziente.

A Grosseto, piazza Ettore Socci ( lungo il Corso cittadino )  Sabato 24 Gennaio 2015 per maggiori info sulla Campagna Nazionale visita qui

Per l’evento Facebook visita qui

Questa del video è la componente conclusiva del presidio contro l’industria delle pellicce che si è tenuto a Grosseto Sabato 25 Ottobre 2014 su Corso Carducci.

Dopo l’esposizione vocale delle nostre motivazioni ( per l’intero testo di queste vai ai commenti più sotto ) e lo sfatamento di alcuni miti che contribuiscono a minimizzare e a banalizzare nell’immaginario collettivo il dramma che gli animali schiavi dell’industria vivono letteralmente sulle loro pelli ( minuti 08,22 nel video )  un gruppo di attivisti ha proceduto con l’esecuzione di un flash mob ( minuti 13:30 nel video ).

piuttosto nudi ADI

Ci addentriamo in Autunno ed è impellente in noi la necessità di tornare in strada per riproporre immagini e discorsi su  di una delle più efferate e inutili crudeltà contro gli animali, in strada  per mostrarne gli effetti e per promuovere una riflessione in coloro i quali, sbadatamente, non hanno ancora fatto la connessione.

L’industria globale delle pellicce, proprio perchè in declino  stà cercando di “piazzare” sui mercati di mezzo mondo i suoi stock di manti animali rimasti invenduti negli anni precedenti, i prezzi sono stati abbassati e alcuni stilisti invitati a considerare la possibilità di utilizzare inserti in pelliccia ancora più diffusamente di quanto non stia già accadendo.

I pellicciai locali intanto, in questi giorni, lanciano le  solite desolanti campagne pubblicitarie per attirare nei loro lugubri saloni della morte nuovi clienti, le proposte osservate vanno da “colora la tua vecchia pelliccia” a “ritiriamo pagando in contanti la tua vecchia pelliccia” – evidentemente gli affari non vanno così bene e occorre quindi investire massicciamente in cartelloni e poster sparsi in decine di angoli della città per scommettere in un cambiamento di rotta e realizzare un qualche profitto questo autunno/inverno.

Da parte nostra desidereremmo non vedere più  pezzi di corpo di animale scuoiato come feticci dell’orrore sui cappucci, sulle maniche, sui colletti di giubbotti e cappotti esibiti senza pudore da persone incuranti o inconsapevoli del tremendo carico di sofferenza che gli animali, vittime della vanità e dell’indifferenza umana sono costretti a pagare ,  almeno 400 milioni di individui  periscono ogni anno per mano dell’industria delle pellicce.

Queste vittime  non hanno che noi per rappresentare la loro miseria e la loro disperazione : catturati nelle trappole, nati negli allevamenti, rinchiusi nelle gabbie https://associazionedideeonlus.wordpress.com/2013/08/30/contro-ogni-schiavitu-contro-ogni-allevamento/

NON COMPRARE, NON REGALARE, NON INDOSSARE alcun capo in pelliccia o con inserti in pelliccia

…che questi ultimi siano derivati da cani, gatti, procioni, volpi, conigli o visoni non fa alcuna differenza.

Nel 2014 non esistono scuse, per ripararci dal freddo e dal vento possiamo  utilizzare indumenti realizzati con materiali di origine sintetica e non derivati dallo sterminio di creature innocenti che come noi hanno la capacità di gioire, di soffrire, di desiderare la libertà.

Per realizzare questa iniziativa ci occorrono pellicce e inserti in pelliccia che utilizzeremo nel flash-mob in programma il 25 Ottobre 2014, se ne disponi e intendi liberartene fallo in modo militante! Chiama il 3281544997.

Peli e pellicce: ad ognun* i suoi

Peli e pellicce: ad ognun* i suoi

Se vuoi darci una mano nell’organizzazione dell’evento fatti sentire anche attraverso un SMS o un messaggio qui di seguito, i nostri occhi sono aperti.

Video clip relativa a questo evento https://associazionedideeonlus.wordpress.com/2013/10/30/mai-piu-pellicce-demo-grosseto/ che si è svolta a Grosseto il 29 novembre 2013 in adesione alla Campagna internazionale Worldwide Fur Free Friday (WFFF) http://www.antifurcoalition.org/ alcune foto dell’iniziativa : http://www.flickr.com/photos/associazione_didee/sets/72157638211460046/ il video di un’altra componente della stessa iniziativa qui : http://www.youtube.com/watch?v=RuGoxG0XUO0&feature=share

MAI più pellicce  demo @ GROSSETO

Worldwide Fur Free Friday (WFFF) è una delle mobilitazioni più grandi contro l’industria delle pellicce a livello globale.
Ci aspettiamo adesioni a questa importante giornata di lotta per la liberazione animale da almeno 200 città nel mondo.
http://www.antifurcoalition.org/worldwide-fur-free-friday.html
Le manifestazioni si terranno in contemporanea VENERDI’ 29 NOVEMBRE 2013 data in cui prende tradizionalmente piede la promozione e la commercializzazione di prodotti realizzati con animali scuoiati da questa industria senza scrupoli.
Saremo le voci dei senza voce e chiederemo il boicottaggio e l’abolizione di questa crudele pratica nelle strade e nelle piazze a migliaia.

CENTINAIA DI MIGLIAIA DI ANIMALI HANNO BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO.

L’obiettivo della giornata internazionale di denuncia è quello di informare il pubblico e di mostrare loro cosa implica la prosecuzione di questa vile impresa commerciale in termini di sofferenza per gli animali ai quali l’uomo strappa gli unici attributi che la Natura ha donato loro, senza averne una reale necessità, ma soltanto per realizzare un profitto, per alimentare idee di stravagante vanità e per moda, chiederemo a gran voce a tutti coloro che credono di distinguersi indossando capi di vestiario contenenti inserti e accessori in pelle e pelliccia di astenersi da questa lugubre attività e di esercitare empatia per le vittime dei loro capricci.
https://associazionedideeonlus.wordpress.com/2013/08/30/contro-ogni-schiavitu-contro-ogni-allevamento/

Prima di finire ammazzati e squoiati la stragrande maggioranza di questi animali hanno vissuto una vita di miseria e privazioni, rinchiusi in luride gabbie in uno dei numerosi allevamenti che sorgono ANCHE nel nostro paese http://www.nemesianimale.net/sfruttamento-animale/indumenti/pellicce/allevamenti-in-italia/

. Altri di questi animali vengono catturati e smembrati da trappole sistemate dai cacciatori nel loro ambiente di vita naturale, molti di loro periscono tra atroci sofferenze, di inedia e in solitudine, altri ancora subiscono il brutale trattamento di venire spellati vivi e gettati via a mucchi come sacchi di immondizia.
https://associazionedideeonlus.wordpress.com/2012/10/16/gli-animali-non-sono-indumenti/

Tutti i piccoli passi in avanti possibili per minimizzare l’entità di questo problema, fino ad arrivare alla sua totale eradicazione dalla faccia della Terra, possono compiersi soltanto attraverso l’azione degli attivisti e la ricerca di consenso tra i potenziali, spesso ignari, acquirenti dei prodotti finiti. Per questo è necessaria la partecipazione a momenti di azione e di informazione come quelli del 29 Novembre a Grosseto come in decine di altre locazioni worldwide da parte di tutti coloro che, con diversi percorsi di sensibilizzazione e sfumature, hanno maturato una consapevolezza rispetto alla condizione dei nostri fratelli schiavizzati, condannati a languire e a morire a milioni ogni anno nell’indifferenza generale.
http://pellicce.blogspot.it/

Ti chiediamo quindi di partecipare fisicamente a questo evento e di attivarti per diffonderlo così da massimizzarne l’impatto, forse insieme riusciremo a produrre in città un cambiamento di rotta rispetto al tema dello sfruttamento degli Animali cosiddetti “da pelliccia”.
http://www.oipa.org/italia/campagne/pellicce_canegatto_immaginifilmati.htm

Per FLASH MOB si intende un azione non violenta che consiste in un assembramento improvviso di un gruppo di persone in uno spazio pubblico, che si dissolve nel giro di poco tempo e con una finalità comune, esporremo materiale informativo e cartelli, indirizzeremo i passanti con un megafone per spiegare le nostre motivazioni, distribuiremo volantini, ingaggeremo in un dibattito coi chi sarà interessato a farlo.

A seguire, nei prossimi giorni, maggiori informazioni e dettagli sull’iniziativa alla quale TUTTI saranno benvenuti anche proponendo idee pratiche e donando risorse per il reperimento e per l’acquisto dei materiali necessari all’allestimento della demo.
A questo proposito, per chi volesse contribuire anche economicamente all’organizzazione della manifestazione, seguire questo link: https://associazionedideeonlus.wordpress.com/sostieni-associazione-didee/

Due delle nostre azioni precedenti: http://www.youtube.com/watch?v=b-v3jlGWO3s
https://associazionedideeonlus.wordpress.com/2013/04/03/pelliccia-e-morte-sit-in-a-grosseto/

—————————————————————–
Per contatti con i coordinatori internazionali della giornata di lotta : 269life (facebook) or 269calf@gmail.com