Posts contrassegnato dai tag ‘269life’

https://www.facebook.com/269calf/videos/870073799753993/

Respect Life – Abolish bullfighting forever // Rispettiamo la vita – Aboliamo la Corrida, per sempre.


JOIN THE EVENT – http://goo.gl/arW4SR

GLOBAL FACEBOOK EVENT

Share if you agree animals deserve to be free from exploitation! // Condividi se credi che gli altri animali dovrebbero poter vivere immuni dallo sfruttamento umano! Respect Life is a campaign that will take place over the next months, culminating in an event on the 26 September 2015. // Respect Life è una Campagna che si svolgerà nei prossimi mesi con, al suo culmine, l’evento del 26 Settembre 2015 in Spagna. The purpose of this event/campaign is to promote the ethos of the 269 movement – which is to bring animal liberation to the forefront of human consciousness and commit to do our part in bringing an end to the animal holocaust. We also wish to raise awareness about veganism, and all its benefits // L’obiettivo di questo evento è la promozione del pensiero che origina il movimento 269, quello di creare una nuova coscienza fondata sul rispetto incondizionato della alterità animale. Desideriamo inoltre promuovere una consapevolezza critica al sistema del Carnismo attraverso lo strumento  del veganismo etico e dell’apertura mentale ai benefici globali che l’adozione di questa pratica quotidiana deriva a tutti i terrestri.
L’evento puo’ costituirsi nelle forma e con le modalità che si desiderano.
Rappresentiamo tutti gli animali non umani resi schiavi, ci opponiamo alle industrie che fondano  la loro prassi e missione operativa su tale attività. For inspiration and ideas, please feel free to watch our past events // per ispirazione e idee su come realizzare un evento, ecco alcune scene estratte da eventi  trascorsi: http://www.youtube.com/user/269lifecom https://youtu.be/xaA7L4kAJDA
https://youtu.be/JZUb3tg-M_I Participating countries: http://goo.gl/arW4SR  // dettagli sui Paesi partecipanti

Annually, more than 150 billion animals are murdered worldwide due to people’s selfishness, ignorance and greed // Ogni anno più di 150 miliardi di animali vengono uccisi a causa dell’egoismo umano, dell’ignoranza e del motivo economico.

This madness must stop and will stop the day humankind finally wakes up and understands that even the nameless feel pain and desire freedom no less than us humans // Questa follia deve terminare e ciò accadrà solo quando la comunità umana comprenderà che anche COLORO che non hanno un nome posseggono la capacità di soffrire, di desiderare la libertà in nessuna misura differente da noi.

269life

Who is “269?” // Chi è 269

https://associazionedideeonlus.wordpress.com/?s=269

“If there is no struggle, there is no progress. Those who profess to favor freedom, and yet deprecate agitation, are people who want rain without thunder and lightning. Power concedes nothing without a demand. It never did and it never will.” -Frederick Douglass, slavery abolitionist, 1818-1895

 “Senza lotta non si verificherà progresso. Coloro i quali si professano fautori della libertà deprecando gli atti di agitazione sono come quelli che desiderano il lampo senza il tuono….” “…Il potere così come lo conosciamo non concede niente senza che gli venga chiesto e mai lo farà…”
Frederick Douglass, abolizionista della schiavitù, 1818-1895
 
Annunci

Il Video della performance a Grosseto 26.9.2013 https://vimeo.com/75616795

Perchè 269

“269” è un vitello nato in un allevamento per la produzione di latte vaccino in Israele.
In quanto attivisti per la liberazione animale marchiando il numero a lui assegnato sui nostri corpi intendiamo esprimere solidarietà a tutte le vittime dell’olocausto quotidiano che si consuma nell’indifferenza dei più nel mondo.

Dalla prima operazione di marchiatura a fuoco su degli umani che si svolse il 2 di Ottobre 2012 a Tel Aviv, attivisti per la liberazione degli animali ingaggiano periodicamente in numerose città del mondo nella stessa performance, un atto, quello della marchiatura a fuoco per sottolineare un grado di empatia nei confronti degli altri animali abusati e sfruttati dalla razza umana.

Gli animali occupano il piano più basso nel sistema gerarchico che regola la società moderna, la loro la categoria di individui senzienti che maggiormente subisce l’oppressione e la crudeltà del più forte, la discriminazione di specie trasmessa di generazione in generazione dagli uomini, in maniera acritica, alle spese di tutti gli animali non umani provoca una disconnessione tra noi e la natura che ci accoglie e che ci nutre, questo processo di distacco crea una cultura di schiavitù e di incuria generalizzata che guasta in modo irrimediabile la nostra capacità di mediare e di valorizzare le differenze che ci distinguono.

Gli attivisti 269 si lasciano marchiare a fuoco nello stesso, medesimo modo con cui gli animali vengono marchiati loro malgrado nelle fattorie e negli allevamenti in tutto il mondo.
Questo anonimo vitello maschio, di scarso valore per l’industria alimentare che sfrutta sua madre per estrarre il latte che avrebbe dovuto costituire la sua dieta naturale, resterà immortalato sui corpi di molti di noi e forse tale messaggio di solidarietà, tale atto di attenzione e di amore, riuscirà in qualche modo a cambiare in maniera evolutiva lo sguardo alla vita senziente non umana che generalmente gli rivolgiamo e ad accordare loro pari diritti e dignità.

Nessuno dovrebbe venire sfruttato per la soddisfazione egoistica e per i desideri sfiziosi di una determinate categoria di viventi alle spese di altre, la vita non può venire mercificata, il significato simbolico assegnato dall’industria alimentare all’atto della marchiatura, come avviene ogni giorno nei suoi impianti, al momento cioè in cui QUALCUNO diventa QUALCOSA è proprio ciò contro cui noi intendiamo combattere sul piano ideologico e culturale.

Ogni anno, più di 80 miliardi di animali, senza contare le creature marine, vengono uccisi dopo una vita di schiavitù e di miseria, senza pietà, a causa dell’ignoranza, della cupidigia e della mancanza di compassione verso i più deboli, quest’ultimo, noi crediamo, è il valore che più di altri dovrebbe guidarci nelle relazioni “inter” e “intra” specifiche.
Quello della compassione è il valore che, da solo, può sradicare il pensiero unico che sembra permeare e dominare la società dei consumi in cui viviamo.

La PAURA è PAURA, il SANGUE è SANGUE, la SOFFERENZA è SOFFERENZA.

Fermiamo questa follia e costruiamo un futuro prossimo in cui il genere umano possa svegliarsi e comprendere che ( anche ) CHI non ha un nome mantiene inalterata la capacità di desiderare la libertà, di amare e di soffrire in maniera del tutto simile alla nostra.

L'unica Differenza è la tua Attitudine

a 269Life inspired image