sai chi mangi a Pasqua ?

Pubblicato: 4 marzo 2012 in affari locali, antispecismo
Tag:

Per me le feste pasquali significano solo terrore e morte. Dopo avermi separato da mia madre, mi caricherano su un camion e, come accade a milioni di altri agnellini, sarò condotto verso il mattatoio.
Il viaggio sarà lungo ed estenuante, non potrò riposare, avrò fame, freddo e molta paura.
Trasportato per centinaia di chilometri, stanco e stremato, giungerò alla meta finale: il macello. Durante l’attesa vedrò i miei compagni agonizzare e quando arriverà il mio turno, mentre urlerò di terrore, mi taglieranno il collo, la mia morte sarà lenta e atroce.
Invece di andare incontro alla vita arriverò da te… con che cuore mi mangerai?

DOMENICA 25 MARZO A GROSSETO,

CORSO CARDUCCI, PRESIDIO INFORMATIVO CON MOSTRA FOTOGRAFICA, VIDEO PROIEZIONI E DIBATTITO IN STRADA

RICORDA
La crudeltà a tavola NON è una necessità ma una scelta.
Diventa vegetariano e salverai me e tanti altri animali!
Ogni anno milioni di agnelli pagano con una morte atroce il prezzo di assurde tradizioni, immobilizzati, sgozzati e fatti morire lentamente dissanguati.
Tre minuti di pura agonia e questo perchè la carne possa essere più bianca, tenera ed appetibile.
Quest’anno festeggia Pasqua senza agnello nel piatto, non è una tradizione, ma una strage di innocenti.
RICORDALO
Contribuisci ad evitare l’ingiusto
ed inutile sacrificio di vite innocenti!
NON COMPRARE L’AGNELLO!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...